Capitolo Primo

Nel 1991  due appassionati Romani di fermodellismo fondano  l’Associazione culturale  “Amanti del Treno” .   Situata  a  Roma  nei pressi di  Piazza Vittorio ( via Cairoli )  iniziano la costruzione di un plastico H0  di dimensioni modeste su tre livelli  e  a Giugno  dello stesso anno aprono  le porte  al  pubblico con buoni  risultati   di adesioni.

Descrizione del plastico:

La linea aerea ( pali e catenaria ) è stata realizzata completamente a mano; i pali, con tubicini di ottone, il cavo della catenaria in acciaio armonico.

Il movimento dei convogli, sia in automatico che in manuale, venivano pilotati da una scheda elettronica per le accelerazioni e per le decelerazioni; inoltre tutti i convogli ( locomotori e carrozze ) erano dotati di luci costanti.

Due anni dopo (1993 ), l’associazione  ha partecipato (gratuitamente)  alla  ristrutturazione  di un plastico a dir  poco   “meraviglioso”….. situato  nella  stazione Termini di Roma , al primo  binario,  nella sala  Presidenziale e realizzato dal Sig. Otello Brunetti,  il  plastico  “300 Treni” di proprietà delle  Ferrovie dello Stato.

I nostri  lavori   sul  plastico  hanno  riguardato solo  le parti  elettriche :

revisione  e  sostituzione dei  componenti  elettromeccanici ( funzionalità dei deviatoi,  blocchi  di sezionamento e passaggio a livello ).

Restauro dei pali e sostituzione totale del cavo della linea aerea.

Panoramica della sella di lancio (Parigina) del plastico 300 treni del Sig. Otello Brunetti